CORSO ECM ONLINE - PSICOLOGIA FORENSE, PROCESSO PENALE & TECNICHE DI REDAZIONE DI UNA CT PER PSICOLOGI, ASSISTENTI SOCIALI ED EDUCATORI

Codice prodotto ECM25
Categoria ECM
Marca ECMONLINE

Segnala ad un amico

Altre domande ?

Voto degli utenti (100)

Corsi ECM Online con crediti formativi professionali

L’ECM è il processo attraverso il quale il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e al proprio sviluppo professionale.

L’avvio del Programma nazionale di ECM nel 2002, in base al DLgs 502/1992 integrato dal DLgs 229/1999 che avevano istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità, ha rappresentato un forte messaggio nel mondo della sanità. 

Il Programma ECM deve ritenersi obbligatorio per tutti gli operatori sanitari dipendenti, convenzionati o liberi professionisti i quali devono accumulare 150 Crediti per triennio

Potrai seguire il corso quando e come vuoi tutto completamente online, tramite PC, smart-phone, smart-tv e tablet! Avrai sempre a disposizione il nostro supporto e molto semplicemente otterrai il tuo attestato valido per ogni tua necessità professionale!

CORSO ECM ONLINE - PSICOLOGIA FORENSE, PROCESSO PENALE & TECNICHE DI REDAZIONE DI UNA CT PER PSICOLOGI, ASSISTENTI SOCIALI ED EDUCATORI  DA 30 ORE E 45 CREDITI

N.Crediti ECM: 45
Durata in ore: 30

Descrizione:
La psicologia giuridica è una scienza che studia l’aspetto psicologico di tutti coloro che sono coinvolti in un procedimento giudiziario, per tracciare un quadro dei processi cognitivi di questi che potrà essere inserito nel compendio probatorio processuale sottoposto al vaglio discrezionale dell’organo giudicante nel processo civile e penale.

Una branca della psicologia giuridica è la psicologia forense che ha per oggetto lo studio dei processi emotivi, comportamentali e cognitivi coinvolti in ambito giuridico-processuale.

La psicologia giuridica in Italia è nata agli inizi del ‘900 dalle ricerche di studiosi come E. Altavilla, U. Fiore S., G. Ferrari, S. De Sanctis e Di Tullio che evidenziarono proprio l’importanza dell’incontro tra la psicologia e il diritto processuale al fine di perseguire la tendenziale ricerca processuale della verità del fatto storico accaduto.
La sua diffusione ed applicazione, però, non è mai stata costante. Infatti, nel tempo si sono alternate fasi in cui la psicologia giuridica ebbe una vera sistematizzazione ed altre in cui subì una forte chiusura da parte del sapere giuridico che tuttavia, verso l’inizio degli anni ’80, riaprì le porte alla psicologia giuridica e alle sue diramazioni su impulso di ricercatori come Guglielmo Gulotta e Fulvio Scaparro che fondarono a Milano il Gruppo di Psicologia Giuridica.

La psicologia giuridica e le sue diramazioni hanno raggiunto una propria identità tra il diritto e la psichiatria forense.

Obiettivi del corso:

La materia di studio e di lavoro di uno psicologo forense è variegato quanto può esserlo il movente di un crimine. Per questo è necessario che il professionista conosca le dinamiche processuali, gli aspetti legali legati alla responsabilità penale e civile in cui può incorrere in caso di violazione della legge e del codice deontologico, i modi ed i mezzi per comprendere il fenomeno della devianza, soprattutto in età adolescenziale al fine di attuare progetti di prevenzioni dei fenomeni criminosi.
Le sue aree d’intervento principali sono la psicologia criminale, quella forense, quella della testimonianza, quella penitenziaria e quella legale.

La psicologia criminale si concentra sulla personalità del reo, sia esso di tipo violento o manipolatorio, singolo od organizzato.

La psicologia della testimonianza studia tutti i processi cognitivi coinvolti nelle attività di percezione, costruzione e ricostruzione di un dato appreso per vagliare l’attendibilità della narrazione resa dal dichiarante rispetto alla realtà oggettiva.
La psicologia forense si occupa delle dinamiche che operano i partecipanti al processo: non solo gli imputati, ma anche le parti lese, i testimoni, gli avvocati e persino il giudice. La psicologia penitenziaria studia e interviene sul detenuto in carcere o in un contesto riabilitativo secondo il principio costituzionale espresso dall’art. 27, comma III Cost.
La psicologia legale, infine, si occupa dei meccanismi psicologici che regolano la comprensione, l’applicazione e gli effetti delle norme.

È necessario, quindi, che il corsista acquisisca conoscenze di base della figura dello psicologo forense e anche della normativa processuale penale, del relativo codice deontologico e delle ipotesi di responsabilità civile, penale spiegate con approccio critico e ragionato dal docente.

In conclusione, lo psicologo forense e tutti coloro che collaborano con l’autorità giudiziaria in veste di ct e periti, al fine di espletare in modo corretto l’attività professionale e per perseguire al meglio la tendenziale ricerca processuale della verità del fatto storico, necessita di una conoscenza del diritto, anche processuale, che opera in stretta sinergia con la psicologia giuridica e le sue branche.


DESTINATO A:
Professioni: Tutte
Discipline: Tutte

NB: Essendo corsi a numero chiuso prima di ordinare si prega di chiederne la disponibilità

Ottieni il tuo attestato in 4 semplici passaggi

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.